Lago di Tovel e La Val di Non

5-7 Luglio  2020

COSTO A PERSONA 450 EURO

1° GIORNO: LAGO DI TOVEL – CLES

Partenza in mattinata alla volta del Trentino. Escursione al Lago di Tovel, in Val di Non nelle Dolomiti del Brenta, ed è tra i più conosciuti laghi alpini per la colorazione rossa delle sue acque dovuta ad una particolare alga. Anche se questo fenomeno cromatico da circa 30 anni è scomparso, il Lago ha conservato per intero il suo grande fascino, per l’unicità degli scenari che lo circondano. La sua origine è dovuta a sbarramento su di un preesistente lago di circo. Attorniato da una vasta foresta di abeti e dalle cime del Gruppo della Campa e della Cresta settentrionale del Brenta, il Lago ha una estensione ragguardevole per la sua quota: mq 382 500. È situato in una profonda valle, omonima, che penetra il Gruppo del Brenta da est a ovest, da Tuenno sino a Campo Flavona dividendo la Cresta settentrionale dal sottogruppo della Campa. Il Lago di Tovel, chiamato anche lago degli orsi perché sono presenti alcuni orsi bruni nella valle). Pranzo in ristorante e nel pomeriggio trasferimento a Cles, situato ai piedi delle Dolomiti di Brenta,  è capoluogo e centro frutticolo della Val di Non. Passeggiando nel suo centro sarete catapultati in un’atmosfera d’altri tempi. Il paese ha origini antiche come testimoniato dai ritrovamenti che risalgono all’età neolitica e del bronzo. Palazzi antichi si rincorrono tra le sue vie e sulla facciata del Palazzo Assessorile, potrete ammirare la fedele riproduzione della Tabula Clesiana, editto dell’Imperatore Tiberio Claudio con il quale concedeva agli anauni la cittadinanza romana: è la più importante iscrizione romana trovata in Val di Non. Ma Cles deve il suo splendore alla famiglia Clesio: diede infatti i natali a Bernardo Clesio, principe-vescovo di Trento, artefice del Concilio di Trento e cardinale dal 1530. Poco fuori dal paese, su un’altura nei pressi del lago di Santa Giustina, si erge maestoso il Castel Cles, di proprietà privata e chiuso al pubblico. Di particolare interesse sono anche la chiesa dell’ Assunta, quella di S. Antonio e quella di Santa Lucia. In serata trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

 

2° GIORNO: SAN ROMEDIO – LAGO DI SANTA GIUSTINA

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita al Santuario di San Romedio (ingresso gratuito ), uno dei più caratteristici eremi d’Europa. Sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri. Qui San Romedio visse come eremita per molti anni, secondo quanto dice la leggenda in compagnia solo di un orso trentino. Il Santuario di San Romedio è formato da cinque piccole chiesette sovrapposte, tutte costruite su uno sperone di roccia e unite tra loro da una lunga scalinata di 131 gradini. Il sentiero che conduce al Santuario di San Romedio è una delle passeggiate di culto più significative del Trentino. Pranzo in ristorante al Lago di S. Giustina, lago artificiale nato con la realizzazione dell’imponente diga costruita fra il 1943 e il 1951 . Nel pomeriggio visite di Palazzo Nero e Castel Coredo ( ca € 9,00 a persona ). In serata rientro in hotel per la cena e pernottamento.

 

3° GIORNO: STRADA DEI VINI – PASSO DELLA MENDOLA – LAGO DI CALDARO – MEZZOLOMBARDO

Prima colazione in hotel. Partenza per l’itinerario lungo la Strada dei Vini per ammirare le immense distese di vigneti. Proseguimento verso il Passo della Mendola che collega l’Oltradige con la Val di Non e perciò l’Alto Adige con il Trentino. La strada, costruita negli anni tra il 1880 e il 1885, rappresenta ben 17 tornanti e vari luoghi con un magnifico panorama sull’Oltradige e la Bassa Atesina. Verso la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo il Passo della Mendola era un noto luogo di cura, visitato soprattutto da persone benestanti e nobili. Arrivo al Lago di Caldaro , il lago alpino situato tra vigneti e frutteti più caldo delle Alpi ed inoltre anche il lago balneabile più grande dell’Alto Adige. Pranzo in ristorante. Proseguimento verso Mezzolombardo, con sosta in una cantina per la scoperta dei tipici vini sudtirolesi come il Traminer. Proseguimento del viaggio di rientro con arrivo previsto  in serata.

 

 

La quota comprende:

 

sistemazione in Hotel 3-4* sul Lago di Santa Giustina/dintorni con trattamento di mezza pensione;

bevande incluse (  ¼ vino + ½ minerale a persona );

trattamento di pensione completa

3 visite guidate intera giornata

visita ad una cantina

assicurazione medico/bagaglio

assistente agenzia

viaggio in bus

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

 

extra di ogni tipo e tutto quanto non espressamente previsto nella voce “la quota comprende”

supplemento camera singola 100 euro

Assicurazione facoltativa ann.to  (da richiedere alla prenotazione) 20 euro