COSTA CROCIERE PRENDE IN CONSEGNA COSTA SMERALDA, NUOVA NAVE ALIMENTATA A LNG

Il 5 dicembre, nel cantiere Meyer di Turku, in Finlandia, Costa Crociere con la consueta cerimonia di varo ha preso in consegna Costa Smeralda, la nave alimentata a gas naturale liquefatto (LNG), un combustibile a basso impatto ambientale. La nuova ammiraglia rientra nel piano di costruzione di sette nuove navi del gruppo Costa in consegna entro il 2023 e con essa salirà a 29 il numero delle navi di Costa attualmente in servizio. Costa Smeralda partirà per la sua prima crociera il 21 dicembre da Savona.
Con l’utilizzo dell’LNG si realizza un notevole passo avanti sul piano dell’impatto ambientale in quanto risultano quasi totalmente eliminate le emissioni di ossido di zolfo e notevolmente ridotte anche quelle di ossido do azoto e di CO2.

“Costa Smeralda darà un ulteriore impulso all’utilizzo dell’LNG applicato alle navi da crociera, una tecnologia in cui abbiamo creduto per primi tracciando una nuova rotta nel settore crocieristico. Il nostro Gruppo ha investito nella costruzione di ben cinque nuove navi a LNG, guidando l’industria verso un turismo sempre più sostenibile. Si tratta di un’innovazione destinata a segnare un percorso di trasformazione, in quanto garantisce una riduzione significativa dell’impatto ambientale, senza compromettere gli aspetti di sicurezza per noi imprescindibili e prioritari” – ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere. “Costa Smeralda rappresenta una significativa innovazione anche a livello di prodotto, in cui l’ospitalità italiana resta elemento fondamentale e distintivo del nostro brand, in grado di coinvolgere e regalare emozioni sia ai nuovi crocieristi che a quelli più esperti “.

“Per progettare e costruire questa nave abbiamo utilizzato tutte le nostre competenze, talento e creatività. Vorrei in particolare menzionare il Colosseo, un’area aperta su tre ponti al centro della nave, con tecnologia audiovisiva all’avanguardia, che ha richiesto uno specifico design e capacità costruttive. Non vediamo l’ora che i passeggeri possano godersi i sensazionali spettacoli che verranno proposti in questa magnifica location” - ha dichiarato il CEO di Meyer Turku, Jan Meyer.

L’alimentazione a gas naturale liquefatto non è la sola novità di Costa Smeralda , altre importanti innovazioni tecnologiche sono state utilizzate per limitare e in alcuni casi azzerare l’impatto ambientale. A partire dall’utilizzo dell’acqua del mare dissalata per soddisfare il fabbisogno giornaliero e dalla riduzione al minimo del consumo energetico con l’utilizzo di luci a LED; e ancora la riduzione della forma dello scafo per diminuire l’attrito con l’acqua. Anche gli ascensori sono di nuova generazione in quanto recuperano l’energia in esercizio attraverso la reimmissione nel sistema elettrico.

Anche la plastica monouso, già da tempo eliminata per alcuni usi su tutte le navi Costa, verrà gradualmente ridotta con ampio anticipo sugli obiettivi delle Direttive Europee. Inoltre viene effettuata al 100% la raccolta differenziata e il riciclo dei materiali come plastica, vetro, carta e alluminio; anche le eccedenze alimentari vengono distribuite per fini sociali proprio per evitare gli sprechi alimentari.
Altra novità è il Ristorante LAB: un laboratorio del gusto che propone agli ospiti interessanti iniziative per la sostenibilità alimentare.
Costa Smeralda, con le sue 180.000 tonnellate di stazza e 2600 cabine, è il frutto di un progetto singolare curato da Adam D. Tihany, affiancato da quattro rinomati studi di architettura che hanno lasciato un’impronta tutta italiani nell’arredamento, l’illuminazione, i tessuti, gli accessori disegnati da eccellenze italiane.