Costa Smeralda è partita da Savona per la sua prima crociera

Costa Smeralda, dopo aver effettuato il suo primo scalo nel porto di Savona, il 21 dicembre è partita per la sua prima crociera nel Mediterraneo con un itinerario che toccherà Marsiglia, Barcellona, Palma de Maiorca, Civitavecchia e La Spezia.
La nuova ammiraglia di Costa Crociere è la prima nave alimentata a gas naturale liquefatto (LNG) a basso impatto naturale, in grado di eliminare quasi totalmente le emissioni di ossido di zolfo e particolato e di ridurre anche le emissioni di ossido di azoto. Essa fa parte di sette nuove navi di Costa Crociere (cinque delle quale, tra cui Costa Smeralda e Costa Toscana sono alimentate a GNL) in consegna entro il 2023 e per le quali è previsto un investimento di oltre 6 miliardi di euro.
La Compagnia Italiana prevede inoltre di ridurre del 40% le emissioni di C02 della propria flotta entro il 2020. Per le molteplici iniziative a tutela dell’ambiente, Costa Crociere è stata premiata da RINA ( società di certificazione internazionale) con Green Plus, la notazione volontaria di livello più alto per quanto riguarda l’impatto ambientale.
“Con l’entrata in servizio di Costa Smeralda l’utilizzo dell’LNG per le navi da crociera diventa sempre più una realtà concreta, in grado di portare da subito benefici tangibili in termini di riduzione dell’impatto ambientale. Il Gruppo Costa è stato il primo al mondo a credere in questa tecnologia, investendo nella costruzione di ben cinque nuove navi a LNG, che segnano un percorso di trasformazione verso un turismo sempre più sostenibile” – ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere. “Costa Smeralda rappresenta inoltre un progetto unico, in grado di coniugare l’innovazione responsabile con quella di prodotto, perché offrirà un’esperienza di vacanza mai vista prima, in cui l’ospitalità italiana resta elemento fondamentale e distintivo del nostro brand”.
Con l’entrata in servizio di Costa Smeralda e Costa Toscana sono previste 450 nuove assunzioni di personale italiano, inoltre per il porto di Savona è previsto un traffico di 900.000 passeggeri nel 2020, con un incremento del 30% rispetto all’anno precedente.
Costa Smeralda è una vera e propria “smart city”che offre varie innovazioni tecnologiche all’avanguardia tra cui: l’utilizzo dell’acque del mare sottoposte ad un trattamento di dissalazione, per il fabbisogno giornaliero; la riduzione al minimo del consumo energetico; la razionalizzazione e la riduzione della plastica monouso che consentirà in breve tempo di diminuire di 50 tonnellate il consumo di plastica, anticipando gli obiettivi della direttiva europea; l’attuazione della raccolta differenziata al 100% e il riciclo di plastica, carta, vetro e alluminio; la riduzione degli sprechi alimentare e l’impiego delle eccedenze per fini sociali.
Costa Smeralda nasce da un progetto creativo di Adam D. Tihany con la collaborazione di quattro rinomati studi di architettura – Dordoni Architetti, Rockwell Group, Jeffrey Beers International, Partner Ship Design che hanno disegnato le diverse aree dell nave. Inoltre gli arredi, le illuminazioni, i tessuti e gli Accessori sono tutti made in Italy.